La linea si compone di versioni a controllo elettronico ed elettronico programmabile.
Il mantenimento del calore all’interno della camera risulta costante grazie alla presenza di una porta coibentata e cieca, che azzera i problemi di dispersione riscontrabili invece con le porte a vetro. Questo sistema, insieme all’evacuazione controllata del vapore, permette di rimetterre i cibi in temperatura in modo uniforme grazie al senso di rotazione alternato delle ventole, programmabile in base al tipo di piatto e alle sue caratteristiche.


Scarica la brochure Ribox
(PDF Kb)

MANTENIMENTO COTTURA BASSA TEMPERATURA

I mantenitori statici, riscaldati con resistenze elettriche, permettono di mantenere in temperatura di servizio i cibi precedentemente preparati.

CARATTERISTICHE:
• Sicurezza igienica HACCP: i mantenitori Giorik garantiscono il mantenimento in temperatura dei cibi da 60°C a 90°C.
• Facile trasportabilità e installazione: i mantenitori Giorik sono leggeri e basta una presa di corrente per metterli in funzione.

CUCINA FACILE

Soluzione votata alla semplicità anche la versione di mantenitori dotata di CASSETTI, disponibile in due modelli di piccole dimensioni, facilmente posizionabili sotto il piano di lavoro. I cassetti, atti a contenere bacinelle GN 1/1 per un’altezza massima di 150 mm, sono più facilmente manovrabili rispetto allo sportello, rendendo così più agevoli le movimentazioni del cibo.

CUCINA DI QUALITÀ

Rispetto ad un forno normale, il mantenimento del calore all’interno della camera risulta più costante grazie ad una porta coibentata e cieca che riduce sensibilmente la dispersione termica. Un sistema di evacuazione controllata del vapore permette di mantenere e rimettere in temperatura i cibi in modo naturale e uniforme, grazie anche al senso di rotazione alternato delle ventole, programmabile in base al tipo di piatto e alle sue caratteristiche.

PANNELLI

Sia nelle versioni elettroniche che in quelle meccaniche ogni comando è impostato in modo semplice e intuitivo per rendere accessibili le macchine a tutto il personale addetto alla cucina.
In questo modo l’intervento dello chef può essere concentrato unicamente nella fase di preparazione del piatto, mentre le operazioni di rimessa in temperatura possono venir gestite da altro personale.

Iscriviti alla Newsletter

Torna su